IT
Down to content

Gli abitanti dell'area delle Alpi slovene, i "Gorenjci", sono conosciuti in tutta la Slovenia per la loro proverbiale parsimonia che nel tempo è diventata oggetto di numerose barzellette. Ma credeteci: se voi viveste in quest'area, dove niente cresce spontaneamente, capireste questa parsimonia! Non temete: dopo l'iniziale riservatezza degli abitanti delle Alpi slovene si rivelano essere cordiali e ospitali.

Scoprite i loro mestieri e tradizioni.  Ricordatevi di loro con i souvenir caratteristici che potreste portare con sé!

TRADIZIONALMENTE BUONO

Girovagando per le Alpi slovene scoprirete perché la tradizione è così importante per gli abitanti. È ancora presente nelle tradizionali trattorie, dove potete gustare le tipiche pietanze di questa regione dell'allevamento di bestiame e cocciuta lavorazione della terra. A Šenčur la tradizione è legata alle patate, Naklo è famosa per i suoi grumi di grano saraceno, mentre a Bohinj e in altre parti si occupano di allevamento di bovini, ovini, caprini e in particolare modo della produzione di formaggi tipici del luogo. Le memorie dei mestieri e delle arti tradizionali sono conservate in numerosi musei. Qui è possibile usufruire dei tanti laboratori dove potreste mettervi alla prova nelle attività tradizionali come la forgiatura o il ricamo di merletti e pizzi, la produzione di dolci "lect" a forma di cuore o varie forme di dolci al pane di miele.

AFFASCINANTE E INTERESSANTE

Di cose interessanti ne troverete ovunque nelle Alpi slovene. Oltre alle fattorie accanto ai maestosi boschi e alle peculiarità che si sono conservate, come ad esempio la cottura del carbone, incapperete spesso ai resti delle seghe e dei mulini del passato. Bled vi vizierà con mezzi tradizionali di trasporto. Se vorreste raggiungere il celebre isolotto in mezzo al lago, è quasi d'obbligo farlo a bordo della tradizionale "pletna". L'attività di trasportare passeggeri in tipiche imbarcazioni denominate "pletna" di varie forme è una caratteristica di Bled che risale addirittura al XIII secolo! È possibile circoscrivere il lago anche a piedi, invece per i più cosmopoliti si consiglia un giro nella tipica carrozza "fijaker" che vi porterà intorno al lago oppure un giro nei dintorni di Bled.

SOUVENIR TIPICI DELLA GORENJSKA

L'idromele per lo zio, il cuore "lect" per gli innamorati, la pipa di Gorjuše per il suocero, la tavoletta di alveare dipinta per il papà, i magnifici ricami per la mamma, il miele per i vostri bambini e nipoti. Non scordatevi di voi però! Portate con sé ciò che vi farà ricordare le Alpi slovene. Con la sua variopinta vivacità il cuore di pane di miele “lect”, simbolo d'amore, felicità e celebrazione, è tra i più caratteristici souvenir della Gorenjska. Le tavolette di alveari, dipinte con motivi religiosi e secolari, che chiudono l'alveare sono una peculiarità dell'apicoltura slovena.

La pipa di Gorjuše è realizzata in radici o nodi di ontano e adornata con una cozza, conchiglia o metallo. Mentre gli uomini d'inverno intagliavano le pipe, le donne realizzavano i caratteristici merletti al tombolo e i ricami con motivi tipici, tra cui il più popolare è sicuramente lo stilizzato garofano della Gorenjska - un fiore che adorna le finestre e i balconi delle case in tutte le Alpi slovene. Uno dei tanti mestieri artigianali è anche la produzione di miele. Nella terra dell'apicoltura la tipica bevanda alcolica è l'idromele!

COSA FOTOGRAFARE?

Oltre alle numerose curiosità naturali e avventure personali avrete probabilmente voglia di far vedere ai vostri cari anche il tradizionale costume nazionale che non manca mai agli eventi! Caratteristica del costume, oltre al ricco vestito raccolto con sottogonna, grembiule e calze lunghe ricamate, è anche un particolare copricapo - il cosiddetto "avba" la cui parte frontale è abbondantemente decorata con lustrini e paramonture con vari motivi.

Fanno parte del costume anche un parasole, un cesto di paglia e un mazzo di garofani della Gorenjska.

“ŽOKI”

In occasione della Giornata del villaggio a Rateče potete assistere alla produzione di calzature tipiche di Rateče, chiamate "žoki".

Le donne del luogo vi mostreranno il metodo di lavorazione della lana, della realizzazione di ricami e della produzione di calzature basse tradizionali ovvero "žoki", la cui parte interiore è tessuta usando lana fatta in casa, rivestite con tessuto e suolate in cuoio.